Spedizioni in 3 giorni lavorativi

Carrello
Negozio

I luoghi da non perdere nella visita a Pompei

Pompei è uno dei siti archeologici più affascinanti e unici al mondo. Fu sepolta durante l’ eruzione del Vesuvio del 79 d.C. sotto una coltre di cenere e lapilli, che la conservò intatta per secoli.  Una ricchezza senza precedenti che ha lasciato un’opportunità unica ai tanti visitatori di immergersi nella vita romana dell’epoca. 

Un patrimonio immenso composto da più di 440.000 mq,  quasi interamente riportato alla luce, con una miriade di affreschi, oggetti preziosi, case, uomini e bambini. 

Un gioiello che vale la pena di visitare almeno una sola volta nella vita. Un sito archeologico conosciuto in tutto il mondo per il suo immenso e spettacolare anfiteatro, il più antico del mondo Romano e perfettamente conservato. 

Per il grande foro intorno a cui ruotano il Tempio di Giove, il tempio di Apollo, i granai e il macellum.

 La basilica, non luogo di culto, ma tribunale utilizzato per le cause civili. 

Ed ancora la casa del Fauno, la casa del Menandro, il lupanare. 

Chi parlando di Pompei non ha sentito parlare o ha letto di questi luoghi. I più famosi i più conosciuti dell’antica Pompei. Ma in realtà Pompei è molto altro, conserva e si compone di altri luoghi splendidi da ammirare e da visitare, senz’altro meno famosi e conosciuti, ma ugualmente spettacolari e degni di essere visti.

Luoghi di cui poco si conosce la storia ma che può essere compresa grazie all’esperienza di una guida turistica. Per questo nella tua visita a Pompei non soffermati solo ai luoghi cult ma ammirala completamente, facendoti guidare da una guida esperta e pratica alla scoperta degli edifici meno conosciuti. 

Insula dei Casti amanti

Tra i luoghi che senz’altro non puoi perdere nella tua visita a Pompei c’è l’insula dei casti amanti. Si trova nella Regio IX, insula 12. Prende il nome da un affresco ritrovato in una delle stanze della casa che raffigura due amanti che si scambiano un tenero bacio. 

 L’insula era formata da diverse abitazioni, da un panificio per la lavorazione del pane, da una stalla in cui sono stati rinvenuti gli scheletri di due asini. Molto probabilmente questi ultimi venivano utilizzati per girare le macine presenti nel panificio per la lavorazione del pane. 

Nel momento in cui è avvenuta l’eruzione la casa era in ristrutturazione, infatti, su alcune pareti sono stati ritrovati i disegni preparatori su cui sarebbe stato applicato il colore per la realizzazione di un affresco. Ma non solo erano in corso anche lavori di sistemazione idraulica. 

Recentemente durante gli scavi sono stati rinvenuti gli scheletri di due Pompeiani morti durante l’eruzione, probabilmente a seguito del crollo di alcune pareti dell’edificio. Si tratta di due uomini di all’incirca 55 anni che avevano tra le mani un sacchettino di stoffa con all’interno monete in argento e pezzi di collana in pasta vitrea.

Al momento l’insula dei casti amanti è chiusa al pubblico per i lavori di scavo. Ma a breve sarà fruibile dall’alto, anche per i diversamente abili, attraverso l’utilizzo di apposite passerelle che permetterà di ammirare la casa.  

La casa della Nave Europa

Casa della nave europa Pompei

La casa della Nave Europa si trova nella Regio I , insula 15. Prende il nome da un graffito inciso sulla parete nord del peristilio, raffigurante una grande nave da carico chiamata “Europa”. Come per altre case situate a Pompei, anche la casa della Nave Europa era un’abitazione, in cui alcune stanze erano adibite allo svolgimento di attività produttive. In questo caso la casa era utilizzata per attività agricole.

Infatti, ancora oggi è ancora perfettamente visibile e conservata la macina utilizzata per la spremitura delle olive. La casa era composta sul retro da un enorme giardino in cui si coltivavano olivi, fave, cipolle e piante da frutto. 

Nella casa della Nave Europa potrai ammirare oltre alla macina anche le monumentali colonne del peristilio e le decorazioni alle pareti ancora perfettamente conservate. 

Casa dell’Orso ferito

Mosaico dell'orso ferito nella casa di Pompei

Altro luogo da non perdere a Pompei è la lussuosa casa dell’Orso ferito. Si trova nella Regio VII insula 19. Prende il nome da un piccolo mosaico in marmo colorato, che raffigura un orso ferito con la scritta HAVE di benvenuto,  presente nel corridoio d’ingresso della casa. 

E’ una tra le più lussuose case che potrai ammirare a Pompei. Quest’ultima, infatti,  è riccamente composta da numerosi mosaici pavimentali con tessere in bianco e nero con diversi disegni geometrici.

Ma quello che colpisce della casa è la meravigliosa fontana posta nel giardino realizzata con mosaici in pasta vitrea e marmo,  molluschi e spuma di lava. 

Nella lunetta  a ricostruzione delle finte grotte è presente Venere distesa all’interno di una conchiglia e al di sotto Nettuno, al centro di un fondale marino ricco di pesci. La casa inoltre è ricca di numerosi quadretti. 

Casa del Principe di Napoli

Ebbene sì a Pompei è presente una casa chiamata Principe di Napoli, si trova nel vicolo dei Vettii precisamente nell’Insula VI. Ed è così chiamata  in onore del Re d’Italia, Vittorio Emanuele III, che assistette alle opere di scavo quando venne ritrovata la dimora a Pompei. 

A dispetto del suo nome la casa apparteneva ad una famiglia di un ceto medio-basso, infatti, si suppone che fosse abitata da diversi schiavi. 

Ciò nonostante la dimora è finemente decorata con numerosi affreschi alle pareti e con un meraviglioso tavolo in marmo con  gambe a forma di leone al bordo dell’impluvium. 

Inoltre, all’interno dell’esedra furono riprodotte le immagini di Bacco e di Venere a grandezza naturale sulle pareti. 

La casa si compone di numerosi ambienti alcuni dei quali si affacciano sul portico ed il giardino centrale, riccamente decorati che venivano utilizzati per il ricevimento degli ospiti. 

Durante gli scavi vennero ritrovati i resti di cibo, oggetti domestici, anfore e di uno scheletro umano a testimonianza che molto probabilmente al momento dell’eruzione la casa fosse abitata. 

Questi sono solo alcuni dei tanti luoghi poco conosciuti, ma ugualmente ricchi di fascino e di storia che potrai ammirare a Pompei. Molte di queste case potrai trovarle chiuse per lavori di restauro o di messa in sicurezza. Se non vuoi rischiare di perdere tempo prezioso prenota la visita con una guida turistica e chiedile di condurti alla visita dei luoghi meno famosi di Pompei. Per portare a casa un pezzo di una Pompei inedita. 

Casa del fauno Pompei

PRENOTA UNA VISITA GUIDATA PER TE IL 20% DI SCONTO SU TUTTI I NOSTRI SOUVENIR!

in Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli dal nostro blog